Aziende Italia: la crisi dei consumi “brucia” 100 mila imprese

la crisi dei consumiLa crisi dei consumi italiani sta affossando la possibilità di ripresa delle imprese italiane.

Una crisi talmente profonda che sta conducendo in una situazione di consolidata difficoltà la domanda locale, oramai non più capace di soddisfare le richieste di sostenibilità degli operatori imprenditoriali tricolori.

Non è un caso, in proposito, che le attenzioni delle aziende si stiano orientando sempre di più verso i mercati internazionali, evidentemente in grado di controbilanciare la deludente tendenza della domanda nazionale.

A peggiorare le impressioni su una situazione sempre più esplosiva giungono ora i dati forniti da Rete Imprese Italia, che in una propria analisi presentata poche ore fa afferma che sarebbero salite a quota 100 mila le imprese italiane decedute nel corso del 2012, rispetto alla stima puntuale compiuta nel 2011.

Il saldo tra le imprese defunte e quelle di nuova costituzione si fa così sempre più gravoso, con delle punte di drammaticità nelle aziende artigiane e nei servizi di mercato, nelle costruzioni e nelle manifatturiere.

Per quanto attiene alle prime previsioni sul 2013 recentemente cominciato, i consumi sono stimati ancora in contrazione, dopo un calo del 4,4 per cento già sperimentato nel corso del 2012.

Rete Imprese Italia stima in proposito una contrazione di 1,4 punti percentuali per l’anno in corso, con un passo indietro di ben 15 anni: rispetto ai 15.695 euro del 2013, infatti, i consumi pro capite del 1998 erano pari a 15.753 euro.

Ancora, stando a quanto afferma una stima compiuta da Rete Imprese Italia, la pressione fiscale effettiva salirà a quota 56,1 punti percentuali nel 2013, contro il 46,3 per cento determinata dalla pressione fiscale “apparente”.

Nel 2012, infine, Rete Imprese Italia ricorda come la pressione fiscale per i cittadini in regola con il fisco sia stata pari al 55,2 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *